Sei mai stato a Grazzano Visconti? Se la tua risposta è no, allora è arrivato il momento di scoprire uno dei tesori nascosti dell’Emilia Romagna. Questo borgo in stile medievale è un vero e proprio gioiello, che ti porterà indietro nel tempo e ti farà vivere un’esperienza unica.


  1. Breve storia di Grazzano Visconti
  2. Come raggiungere il villaggio di Grazzano Visconti
  3. Cosa vedere nei dintorni
  4. Conclusioni

Breve storia di Grazzano Visconti

Riconosciuta come “Città d’Arte”, Grazzano Visconti è una borgata di recente costruzione, che risale agli inizi del 1900. Il progetto fu voluto dalla mente geniale di Giuseppe Visconti di Modrone. E fu così che nacque Grazzano Visconti come oggi la conosciamo. Eh già, hai capito bene! Non si tratta di un vero borgo medievale ma sappi che sorge su quello che un tempo era un piccolo villaggio rurale.
Questo però non deve scoraggiarti… Grazzano Visconti ti stupirà comunque!

Lasciati conquistare dalla sua architettura, dalle strade lastricate e dai palazzi antichi. Anche le aree verdi del parco seguono lo schema dei giardini all’italiana. Un viale di ciottoli e aree verdi simmetriche portano poi fino al Castello.

Qui potrai fare un salto indietro nel tempo, nel pieno della storia e della cultura locale. Guarda gli edifici storici con gli archi scolpiti a mano e le finestre in stile gotico. Le vie strette e suggestive ti faranno percepire la vera atmosfera medievale. L’aria di Grazzano Visconti è intrisa di mistero. Si racconta di un fantasma che non abbandona mai il villaggio e, di quando in quando, si fa vivo…

Grazzano Visconti - Emilia Romagna
Grazzano Visconti - Emilia Romagna
Grazzano Visconti - Emilia Romagna

La leggenda di Grazzano Visconti: il fantasma dispettoso di Aloisa

Aloisa, narra la leggenda, era figlia del nobile Giovanni Anguissola. Non era particolarmente bella ma il destino volle per lei un matrimonio combinato. Andò così in sposa ad un affascinante cugino, capitano di milizia. La donna se ne innamorò all’istante ma non fu mai ricambiata. Venne poi abbandonata e morì per il dolore.

Da allora, Aloisa è considerata la protettrice degli innamorati non corrisposti. La tradizione vuole che, davanti alla statua di Aloisa, vengano lasciati dei doni. Si tratta di oggetti che mostrano apprezzamento nei suoi confronti ma non monete perché Aloisa era benestante.

La rappresentazione della statua è invece frutto di Giuseppe Visconti. Egli disse di aver visto il fantasma di Aloisa vagare nei dintorni del Castello e ne fece ricostruire l’immagine.

Da non perdere assolutamente all’interno di Grazzano Visconti

  • Il Castello e il parco: attenzione agli orari di visita. Purtroppo il Castello non è sempre aperto!
  • Il Museo delle cere
  • Il Museo delle torture
  • La statua del fantasma di Aloisa
  • Chiesetta Gotica
  • Cortevecchia

Le abitazioni non sono visitabili ma entra nelle casette in pietra delle botteghe artigiane, dove potrai trovare pregiati manufatti. Infatti Grazzano Visconti vive di artigianato e di mestieri antichi. Qui potrai vedere e acquistare prodotti realizzati a mano in legno, ferro battuto, vetro soffiato e altri…

Davvero belli i manufatti che raffigurano elfi e fate. Perditi in questo mondo magico!

Chiesetta di Grazzano Visconti
Chiesetta di Grazzano Visconti
Cortevecchia - Grazzano Visconti
Cortevecchia
Botteghe di Grazzano Visconti
Botteghe di Grazzano Visconti

Come raggiungere il villaggio di Grazzano Visconti

In auto, dall’Autostrada A1 o A21 prendere l’uscita Piacenza Sud. In Autobus o treno, dalla Stazione Ferroviaria di Piacenza, scendere alla fermata Grazzano Visconti.

Non è possibile accedere al borgo in auto ma troverai due grandi aree parcheggio a nord e a sud.

Cosa vedere nei dintorni

I dintorni di Grazzano Visconti offrono numerose attrazioni e luoghi di interesse che meritano di essere visitati durante il tuo viaggio.

Ad esempio, a pochi chilometri di distanza si trova Castell’Arquato, un altro borgo medievale che conserva ancora oggi il suo fascino antico, con le sue stradine lastricate e le case in pietra. Sempre nelle vicinanze si trova il borgo di Vigoleno, con il suo maestoso castello e le viste panoramiche sulla valle sottostante. Interessante anche il Tour dei Castelli del Ducato di Piacenza e Parma, tra cui ho amato la Rocca di Fontanellato.

Per gli amanti della natura, la zona circostante offre numerose opportunità per escursioni e passeggiate, come ad esempio il Parco Regionale dei Colli Piacentini, con i suoi sentieri panoramici e le viste mozzafiato sulla valle. A meno di un’ora di distanza ti consiglio di non perdere le Cascate del Perino.

Se sei un appassionato di vino, ti consiglio di visitare le numerose cantine della zona, tra cui la celebre Cantina dei Colli Piacentini a Gropparello, dove potrai degustare i vini prodotti in loco e scoprirne il processo di produzione.

A circa 30 minuti di distanza si può inoltre visitare il borgo di Bobbio, in Val Trebbia.

Esperienze gastronomiche indimenticabili

E a proposito di gastronomia del posto? II cibo è una delle grandi passioni dell’Emilia Romagna. Qui potrai gustare salumi, formaggi e prelibatezze locali, accompagnati da pregiati vini che ti faranno innamorare.

Come organizzare al meglio la tua visita a Grazzano Visconti

Ci sono alcune cose da tenere a mente per assicurarti di avere un’esperienza indimenticabile. Prima di tutto, assicurati di prenotare in anticipo il tuo biglietto per l’ingresso al Castello, in modo da evitare lunghe code e garantirti l’accesso. L’accesso al borgo invece è gratuito. Ti consiglio di esplorare Grazzano Visconti in autonomia, passeggiando tra le stradine lastricate e ammirando gli edifici storici, come la chiesa di San Rocco e la Torre dell’Orologio. Non dimenticare di fermarti in uno dei caratteristici ristoranti o caffè del borgo, dove potrai assaporare i piatti tipici della cucina piacentina e goderti l’atmosfera unica di Grazzano Visconti.

Conclusioni

Allora, cosa aspetti? Metti da parte il tuo smartphone e immergiti nella bellezza e nel fascino di Grazzano Visconti. Vedrai con i tuoi stessi occhi ciò che la storia e la cultura di questa regione possono offrire.

Vivi un’esperienza unica, che non dimenticherai facilmente!


Ti è piaciuto questo post? Hai trovato delle info utili? CONDIVIDILO O LASCIA UN COMMENTO! 🖤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti anche...