Is Arutas - misonopersa.com

Nel 2013 Is Arutas fu scelta da Vanity Fair Travellers come una delle spiagge più belle del mondo. Avete mai visto una spiaggia di quarzi bianchi piccoli come chicchi di riso? Questa lunga distesa dai colori splendenti si immerge in un mare dalle sfumature verdi, blu e azzurre. I suoi granelli di sabbia vanno dal rosa all’avorio fino al bianco candido. La costa Ovest della Sardegna è selvatica e autentica. Meno turistica a per via della sua esposizione ai venti che la rendono invece un’ottima meta per gli amanti del surf. Non è raro incontrare sportivi da ogni parte del mondo attratti dalle onde lunghe di questa zona.

Il mio Road Trip per arrivare alla spiaggia Is Arutas parte dal centro della Città di Cagliari. In un’ora e mezza si arriva allo spettacolare scenario da copertina ma vale la pena fare tappa al piccolo villaggio di San Salvatore di Sinis, quindici minuti prima. Questo borgo medievale ormai disabitato è stato il background di numerosi film “spaghetti western” per un ventennio.

Da San Salvatore di Sinis si prosegue per circa 13 km passando davanti ad uno stagno, habitat protetto dei fenicotteri rosa. La spiaggia Is Arutas è inoltre circondata da dune naturali attraverso le quali si scorge il brillare dell’acqua e il luccichio della lunga mezzaluna di quarzi.

Leggi il post [San Salvatore di Sinis. “Spaghetti Western” in Sardegna.]

Is Arutas è uno spettacolo per gli occhi e per i sensi. La spiaggia è bellissima ma non tanto frequentata. In particolare perché le sue acque sono alte fin dalla riva perciò poco adatte alle famiglie. Se amate curiosare nei fondali non dimenticate maschera e boccaglio!

Infine il nostro Road Trip si conclude con una visita archeologica ai resti della splendida città Tharros, distante appena 20 minuti. Qui si può ammirare il mare da una prospettiva storica davvero interessante.

Chiunque visiti questa terra sa che ogni singolo granello che la compone è opera della Natura.
Abbiatene rispetto.
Is Arutas - misonopersa.com
Is Arutas - misonopersa.com


Il mare più bello del mondo, sul quale ho la fortuna di vivere. Ringrazio i turisti, abbiamo bisogno di voi: una preghiera però, non portatevi a casa sabbia rosa, sassi bianchi, gigli di mare. Siate gentili con questa terra generosa, non abbandonate rifiuti in spiaggia o in pineta. Un pugno di sabbia in città finirà in pattumiera, il giglio marino morirà.

Eleonora Carta

Ti è piaciuto questo post? Hai trovato delle info utili? 

CONDIVIDILO O LASCIA UN COMMENTO! 🖤


2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti anche...