Adventure Italia Sardegna

Arbatax Rocce Rosse. La “cattedrale” naturale dell’Ogliastra

Arbatax Rocce Rosse - misonopersa.com

La Sardegna è spettacolare e disarmante e ci sorprende sempre con la sua natura selvaggia e incontaminata. Nella costa centro-orientale, in Ogliastra, affiora dalle acque marine verde smeraldo una falesia di porfido rosso dalle sembianze di una maestosa cattedrale naturale; è Rocce Rosse ad Arbatax!

Lo scenario è unico, sebbene siano note altre falesie di porfido rosso affioranti dal mare, come is Scoglius Arrubius, due faraglioni alti venti metri che caratterizzano la meravigliosa spiaggia di Cea, pochi chilometri più a sud.

La baia delle Rocce Rosse sorge a est del porto turistico di Arbatax, frazione di Tortolì ed è scenario annuale di un importante festival che ospita musicisti di fama internazionale; il Rocce Rosse Blues.

Queste imponenti formazioni rocciose devono il loro nome al colore rosso intenso che assumono al tramonto, quando i raggi del sole tingono la pietra di sfumature calde e accese. La bellezza delle Rocce Rosse è esaltata dal contrasto con il mare azzurro intenso che le circonda, creando uno scenario mozzafiato che affascina i visitatori.

Il sito è facilmente accessibile e offre diverse opportunità per esplorare la zona. Escursioni a piedi lungo i sentieri costieri consentono di avvicinarsi alle rocce e di godere di panorami straordinari sulla baia di Arbatax. Chi desidera una prospettiva unica può optare per un’escursione in barca per ammirare le Rocce Rosse dal mare, apprezzando la loro imponenza da una prospettiva diversa.

Le Rocce Rosse di Arbatax non sono solo una meraviglia visiva, ma anche un luogo intriso di storia e leggende. La zona circostante è ricca di testimonianze archeologiche, tra cui antiche tombe e insediamenti nuragici, che aggiungono fascino e mistero a questo luogo suggestivo.

Gli amanti della fotografia trovano nelle Rocce Rosse un soggetto irresistibile, specialmente durante le prime ore del mattino e al tramonto, quando la luce accentua i dettagli delle formazioni rocciose. I riflessi del sole sull’acqua contribuiscono a creare atmosfere suggestive e rendono questo luogo un paradiso per gli appassionati di scatti memorabili.

Le Rocce Rosse di Arbatax incarnano la bellezza selvaggia e incontaminata della Sardegna. Sia che tu sia un escursionista in cerca di avventure, un amante della natura o un viaggiatore desideroso di esplorare luoghi unici, questa meraviglia geologica si presenta come una tappa imprescindibile. La sua combinazione di paesaggi mozzafiato, storia millenaria e atmosfera magica ne fanno un luogo che rimarrà indelebile nella memoria di chiunque abbia la fortuna di visitarlo.

CURIOSITA
  • Nel 1974 la baia delle Rocce Rosse di Arbatax diventa il background della scena finale del film cult “Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto” di Lina Wertmüller
  • Nel 2007 Poste Italiane emette un francobollo in 400mila copie in cui compare il monumento naturale di Arbatax
  • Nel 2017 la terza tappa del 100° Giro d’Italia parte proprio da Arbatax ed ha come scenario Rocce Rosse
  • Il foro ben visibile nel monumento naturale è la testimonianza di un passato non troppo lontano, in cui si racconta che i minatori allora impegnati nella costruzione del porto di Arbatax, trovassero rifugio nelle Rocce Rosse, costruendo casette poi crollate per le intemperie e l’incuria

COME ARRIVARCI

Raggiungere il borgo marinaro di Arbatax e svoltare a destra nel piazzale, poco prima del porto commerciale.

CONSIGLI

Consiglio ai più romantici di vedere la baia di Arbatax al tramonto, quando il sole tinge il cielo di colori tra il rosa e l’arancio e il rosso delle rocce che affiorano dal mare diventa più intenso e cangiante.

La stagione migliore per visitare la baia delle Rocce Rosse di Arbatax è l’estate se volete godere del mare limpido e incontaminato della Sardegna orientale, di feste e concerti e di rilassanti passeggiate.


Ti è piaciuto questo post? Hai trovato delle info utili? 

CONDIVIDILO O LASCIA UN COMMENTO! 🖤


1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe piacerti anche...